Ada Maria e la Madonna di Martina Franca  -  FB

Messaggio più recente in fondo alla pagina

Carismatica italiana, messaggi e visioni dal 2016       (madrediluce@outlook.it)

5 Marzo 2020: “Figli miei, vi stringo tutti nel mio cuore, accettate con fede le pene che state vivendo, offritele a Dio, lui provvederà. Non serve, figli miei, dirvi: «Ve l’avevo detto». Ma vivete questo momento difficile con la grazia del Signore, accoglietelo nel vostro cuore. Mio Figlio Gesù si è donato con amore, fatelo anche voi abbracciando la sua croce, unico mezzo di redenzione. Figli miei, cari diletti, il demonio ha provocato questa pandemia per incutere timore negli indifesi, per incutere timore nella mia Chiesa per trafiggere il Sacro Cuore di Gesù nella santa Eucarestia. Non disperdetevi, rimanete uniti in una sola Chiesa. Tutto passerà e grazie a voi, figli miei, che avete fede la mia Chiesa risplenderà. 
Questi sono gli ultimi tempi, gli ultimi colpi del demonio, resistetegli con la croce in mano e con un cuore limpido purificato nel confessionale. Il mio Cuore sanguina per amore di mio Figlio Gesù e per tutti quelli che lo flagellano con i loro peccati. Vi benedico con tutto il mio Cuore materno. 
Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Sempre sia lodato mio Figlio Gesù ora e sempre.

5 Aprile 2020: Gesù si rivolge ai Sacerdoti Gesù dice: «...stasera voglio parlarti del mio pane spezzato sul santo altare, istituito dal Padre mio prima di tutti i tempi... molti ne hanno fatto un abitudine, tanti lo fanno come un rito, ma pochi si rendono conto di cosa stanno facendo… non è un rimprovero, figlia mia, il mio è un richiamo ai miei discepoli». Gesù dice: «Non fate come loro che dormite mentre sono a supplicare il Padre mio che è nei Cieli ad avere pietà di voi. Avete bisogno di vedermi per credere che sono con voi? Sono in mezzo a voi e sempre con voi! Non dormite, alzatevi, siate vigili e fermi nella preghiera orante, non trascuratela mai! Perché è il nutrimento della vostra formazione sacerdotale. Nel pane spezzato sono vivo e presente, fatelo con lentezza e ricordatevi quando vi ho chiamati alla mia sequela. Non stancatevi di seguirmi! Adesso fatelo con più convinzione, con più fede perché nessuno vi guarda, ma io vi guardo, figli miei». Condividete a tutti i sacerdoti.

Torna su          Home